consapevol mente

IDEE ED APPUNTI DI VIAGGIO VERSO UNA SCELTA CONSAPEVOLE DEI CONSUMI ED ANCHE DEI NON CONSUMI



CHIUDIAMO TUTTE LE FINESTRE APERTE (SULL'AMBIENTE E SUI SITI),
GUARDIAMOCI DENTRO,
ASCOLTIAMOCI,
TUTTO E' PER NOI,
NOI NON SIAMO PER TUTTO.
NOI SCEGLIAMO.

mercoledì 24 giugno 2009

La sfida zero scorte... continua!!!

Siamo a mercoledì 24 quindi sono 10 giorni che non entro in un supermercato.
Le scorte non si sono ridotte molto.... Ciò che abbiamo consumato di più sono state frutta e verdura che per loro natura, non possono far parte di scorte di lunga durata....
In realtà mio marito ignaro di questo blog, ha acquistato i filtri di ricambio per la brocca con cui "filtriamo" l'acqua di rubinetto con il palese guadagno di:
  1. ridurre i rifiuti di plastica
  2. non trasportare casse di bottiglie dai supermercati a case
  3. non partecipare a questo commercio consumistico di "acque minerali" in bottiglie di plastica. Non è provato e solo il tempo ci avviserà se queste bottiglie contenitori (probabilmente trasportate e stoccate alla diretta luce del sole), siano o meno nocive per la salute dell'uomo.
BROCCHE FILTRANTI: dopo essermi informata tramite internet e giornali specializzati, non è chiaro il reale miglioramento apportato da tali brocche filtranti alle acque di rubinetto.
Per approfondire ho effettuato una prova con le cartine tornasole per verificare il PH delle acque prima e dopo il filtraggio. L'acqua prelevata dall'acquedotto in zona nord di Bologna ha PH7 mentre dopo filtraggio scende a PH6., diviene quindi più acida.... ma per il nostro sistema digestivo quale è il PH che deve avere l'acqua che consumiamo giornalmente?
Al momento se scegliamo di bere acqua filtrata si tratta solo di una scelta basata sul gusto.
Chiunque di voi abbia delle info a riguardo è pregato di lasciare un commento, domande, approfondimenti...

3 commenti:

Pino Zupo ha detto...

Ciao Barbara da Pino Zupo :i miei vecchi studi di chimica mi ricordano che l'acqua (da bere e non)deve avere PH 7 ( = neutro ) qualsiasi altro valore non è fisiologico, in quanto l'acidità all'interno dello stomaco è data dai succhi gastrici ( ovvero acido cloridrico ) e può succedere che l'alterazione del PH rovini la digestione....ho letto anch'io pubblicità di queste cartucce ma non mi sono sembrate molto valide per quel che mi ricordo di potabilità dell'acqua.
La mia esperienza, per alcuni versi fortunata, è che l'acqua dei rubinetti è la più sicura e sana e una volta tanto anche la più economica.
se hai bisogno contattami su FB. Ciao , un bacio al piccolo (?) Federico

Pappareale ha detto...

Ciao Barbarina,
brava, finalmente anche tu on the blog!!!
ho letto attentamente i tuoi articoli e devo dire che sono molto interessanti. Convengo con te che acquistiamo più di quanto ci serve, un po io ci sto attenta ma non mi sento di sfidarti, perchè avendo un blog di cucina non posso avere il frigo vuoto se no chiudo la baracca :-)
Un'altra cosa interessante è il discorso delle brocche d'acqua, anche noi ce l'avevamo, ma dopo un po che la usavamo abbiamo scoperto che non faceva bene o che comunque non era poi così più buona dell'acqua delle bottiglie. Forse meglio sarebbe bere quella del rubinetto! mah! Spero che tu scopra qualcos'altro che è un argomento interessante....

A presto
Antonella

p.s. grazie del link, adesso provvedo anch'io ;-)

Barbara ha detto...

Grazie Antonella,
per la sfida mi rendo conto che per abitudini e per diciamo così, life-style, il mio piccolo nucleo familiare è la condizione ideale per la SFIDA ZERO SCORTE! Mangiamo poche volte a casa, stiamo cambiando alimentazione per cui preferiamo mangiare frutta e verdura, la pasta in media a casa si mangia una volta alla settimana, per cui, cercare di fare una buona cenetta con quello che c'è in frigo ed in dispensa per il momento ci sta riuscendo piuttosto bene!
Per la brocca ti consiglio di leggere il post di Pino che ringrazio e considero sempre un parere interessante!!!

A presto

Cerca nel blog